lunedì 9 novembre 2009

Panettone con la Macchina del Pane.


Ecco la ricetta per un panettone soffice e profumato, per un risultato “professionale è opportuno acquistare, in un negozio di articoli di carta, il classico contenitore da forno in carta oleata.




  • Dosi per macchina da 1250 grammi
    • 230 ml latte intero
    • 200 g. zucchero
    • 170 g. burro fuso
    • 1 cucchiaino di sale
    • 5 tuorli di uova fresche
    • 3 bustine di vanillina
    • 160 grammi canditi
    • 150 grammi uva passita
    • Bustina di zafferano o colorante alim. giallo
    • 500 g. farina “Manitoba”


    Dosi per macchina da 900/1000 grammi

    • 190 ml latte intero
    • 170 g. zucchero
    • 150 g. burro fuso
    • 1 cucchiaino scarso di sale
    • 4 tuorli di uova fresche
    • 2 bustine di vanillina
    • 130 grammi canditi
    • 120 grammi uva passita
    • Bustina di zafferano o colorante alim. giallo
    • 400 g. farina “Manitoba”
    • 25 grammi lievito fresco nazionale
    PROCEDIMENTO:

    Inserire gli ingredienti nel cestello della macchina in questo ordine:
    Latte, zucchero, burro, sale, tuorli d’uovo, vanillina, zafferano, farina, lievito sbriciolato. Se la macchina non dispone di preriscaldamento inserire il latte appena tiepido.
    Impostare il programma di solo impasto .


    Far partire la macchina ed osservare che l’impasto diventi morbido ma non liquido (in questo caso aggiungere un po’ di farina, molto gradatamente), attendere che il ciclo si completi(1h 30’ - 1h 50’).  Se la macchina dispone di preriscaldamento, si sottraggano I 22 min. di preriscaldamento dal tempo di lievitazione. Far ripetere ancora DUE cicli completi alla macchina. Quando il cicalino del secondo ciclo supplementare suonerà, aggiungere canditi ed uvetta, avendo cura che non siano freddi. Al termine dell’ultima lievitazione in macchina, l’impasto avrà l’aspetto mostrato nella figura a sinistra.
    Versatelo nello stampo di carta e mettete a lievitare in ambiente tiepido e privo di correnti d’aria, per almeno quattro ore.
    Portate il forno ventilato a 160° nel caso si disponga di forno tradizionale “statico” a 175°, per 80 minuti.
    Un profumo incredibile invaderà la vostra casa.
    Sforzatevi di non assaggiare il panettone appena uscito dal forno, mangiato caldo è disgustoso, inoltre la crosta è croccante e poco si addice ad un panettone. Lasciatelo raffreddare ed asciugare, quando sarà freddo, chiudetelo in una busta di plastica per alimenti. Poi potrete gustarlo, anche a distanza di qualche giorno.
    A questo punto, difficilmente tornerete ad acquistare un panettone “commerciale”.













1 commento:

  1. Io ho usato lo zafferano e ha preso proprio quel sapore! bleah!!
    e poi l'ho lasciato solo un'ora in forno ed era bruciato sopra. Quindi esperimento non riuscito sa di bruciato e di zafferano

    RispondiElimina